Fun -gli ospiti

»21 agosto 


 

 

OPENING ACT ¦ BUSKERS KALABRIA

   

MAIN ACT¦ YOSONU

Yosonu è il progetto solista di Peppe “drumz” Costa,batterista (dal 1997) di diverse formazioni di generi diametralmente opposti, dal Death Metal al Reggae, docente e compositore (architetto, anche).Con Yosonu cambia drasticamente rotta sperimentando e sviluppando l’idea di comporre musica contemporanea senza la presenza di alcuno strumento musicale. Il corpo (inteso come body percussion), gli oggetti di uso quotidiano e la voce (in tutte le sue possibilità) sono i soli “strumenti” su cui si sviluppa l’idea Yosonu. L’approccio della musica del corpo e degli oggetti “a costo zero” è inoltre alla base dei laboratori di propedeutica musicale per bambini di cui si occupa Peppe, sviluppati in parallelo al suo percorso di studi della linea pedagogica Orff presso la sede italiana a Roma.    

»22 agosto


 

OPENING ACT ¦ DANIEL CUNDARI

    Daniel Cundari è un poeta, scrittore e traduttore, scrive in dialetto calabrese, italiano e spagnolo. Ha partecipato a vari eventi in Spagna, Germania, Italia, Polonia, Francia, Principato di Monaco, Slovacchia, Cina. Ha all’attivo centinaia di articoli su argomenti di carattere letterario, politico e civile. Ha vinto numerosi premi, tra cui il l’Internazionale Tropea O.M. Speciale Critica, il Mons Aureus – Progetto Sud di Palermo. In Spagna, per Geografia feroz, gli è stato assegnato il ‘Premio Genil de Literatura’ di Granada, abitualmente destinato ad artisti iberici. Nel 2009 è stato il poeta straniero più giovane ospite della Cátedra Federico García Lorca. Ha tradotto dall’italiano allo spagnolo tutte le poesie di Gesualdo Bufalino e in dialetto calabrese molti autori, da Kavafis ad Aleixandre, da Alberti a Mandelstam. Apprezzato da Claudio Magris, Antonio Carvajal, Giorgio Bárberi Squarotti, Antonio Tabucchi e Mario Specchio. È fondatore del blog di critica letteraria Lupi sul balcone(Calabria) Presenta Il teatro canzone internazionale : NEL MAGMA Daniel Cuntari – anima & corpo Sasà Calabrese – bass & ukulele Sandro Sotile– fiati & legni  

MAIN ACT ¦ Walking Trees

  I Walking Trees nascono come cover band, anche se con il passar del tempo hanno arricchito il loro repertorio con brani propri, e traggono ispirazione dal blues più tradizionale (Muddy Waters, Jimmy Reed, Willie Dixon, Buddy Guy, B.B. King), passando dal rhythm’n’ blues di Otis Redding, Wilson Pickett, Creedence, Allman Brothers, rifacendosi agli shuffle di Stevie Ray Vaughan, Kenny Wayne Shepherd, per sfociare nel rock blues di Hendrix, Cream, Popa Chubby, ZZ Top, Black Crowes, Gov’t Mule e tanti altri.        

»23 agosto

 

MAIN ACT ¦ MUJURA

      MUJURA Mujura è nato a Roccella Jonica nel 1979. Si trasferisce a Bologna dove si laurea in storia del Teatro al Dams. In Calabria fonda assieme ad altri musicisti della locride il gruppo Taran Khan che rivisita la musica popolare e partecipa a importanti festival europei tra cui Stimmen (Germania), Sfinks (Belgio), Barden Treffen (Germania), Festilangues (Francia). Fa parte della band di Eugenio Bennato dal 2004, con il quale ha suonato nei maggiori festival italiani e del mondo (Cairo, Tunisia, Algeria, Messico, Canada, Siria, Marocco, Germania, Belgio, Lussemburgo, Londra, Galles, Etiopia, Spagna, Portogallo, Francia, Turchia, ecc) Ha lavorato in studio agli album “Sponda Sud” e “Grande Sud” di Eugenio Bennato e “Napoli Mediterranea” e “Italiana” di Pietra Montecorvino. Nel 2008 collabora alla produzione del singolo “Grande sud” di Eugenio Bennato, col quale partecipa al Festival di Sanremo piazzandosi tra i dieci finalisti. Ha lavorato come produttore in diversi dischi della scena folk del sud Italia. E’ produtore artistico dell’ultimo lavoro discografico di Eugenio Bennato “Questione Meridionale”. Nel 2004 un suo brano è stato inserito nel documentario “I picciotti del profeta” (Cinecittà-Istituto Luce) Nel 2009 un suo brano è stato inserito nella compilation “Ad esempio a me piace” (Rubbettino) e nello stesso anno un altro suo brano è stato inserito nella compilation “Kaulonia Tarantella Festival” (Cni Music) Nel 2010 ha suonato al Kaulonia Tarantella festival (Caulonia, RC), nel 2011 nella rassegna Odio L’estate (Roma) e al Negro Festival (Pertosa, Sa). Nel 2012 ha suonato al Roccella Jazz Festival Rumori Mediterranei assieme alla band rock jazz partenopea Slivovitz nel progetto originale “Mujura feat. Slivovitz”. Dice di Lui Eugenio Bennato […]”Si può essere artisti moderni con una voce contadina e una chitarra battente e, allo stesso modo, si può essere artisti “popolari” con una classica rock band. Tessere le lodi di Stefano sarebbe sospetto, anche perché suoniamo insieme da anni. Posso solo dire che un disco come “Mujura”, o qualcosa di simile, non lo avevo mai ascoltato prima.” Nel 2014 realizza il videoclip del brano “A crapa”, distribuito in anteprima sul portale Rockit, grazie al quale riceve il “Premio Manente” nella sezione “premio speciale”. Nel 2015 è finalista alla XXVI edizione di MUSICULTURA vincitore della targa EN CERTAIN REGARD come migliore esibizione. Nel 2016 è’ vincitore della settima edizione di Musica Contro Le Mafie Come tutti gli altri dei è il suo ultimo lavoro discografico.          

»24 Agosto

 

OPENING ACT ¦ ONDAANOMALA

  OndAnomala è il progetto musicale di Mimmo Crudo e Francesca Salerno in arte Lady U. Mimmo Crudo, bassista e colonna portante del miglior periodo de “Il Parto delle Nuvole Pesanti”, chiama la poetessa e cantante Lady U e Checco Salerno, riprendendo un sodalizio artistico con il supporto di una band di giovani musicisti . Un rock mediterraneo di matrice new-wave, venature etno-folk e sonorità elettroacustiche.    

MAIN ACT ¦ NICK DI FINO

    Formatosi come chef professionista e sociologo mancato, decide di trasferirsi a Londra e poi in giro per il mondo lavorando nella formazione, nel marketing, pubblicità e pubbliche relazioni legate al cibo e al turismo. Come primo food-hacker italiano, Nick ha condotto diversi hackathon e ha collaborato con le principali organizzazioni alimentari di tutto il mondo, tra cui la Barilla Center Food Nutrition Foundation, Zero Hunger, Future Food e i loro partner della Silicon Valley, Institute For The Future e Google Food. Conduttore per Gambero Rosso Channel / SKY, performer di Cucina Narrativa e autore di programmi radio, TV e web, ha appena terminato la post-produzione del documentario “Food Makers”, il suo giro del mondo alla ricerca dell’innovazione scientifica e tecnologica legata alla produzione, trasformazione e consumo di cibo. Scrive per “La Repubblica”, ed è ambasciatore della trust Italo-USA Future Food Ha fondato PH8, un’organizzazione senza scopo di lucro che si concentra sul miglioramento delle condizioni di vita dei malati di cancro. Il docufilm sulla sua malattia e guarigione “Alla Salute” da lui co-sceneggiato con Antonella Gaeta e diretto da Brunella Filì, ha appena vinto il Premio Giuria Lifetales Award e il Premio del Pubblico Audience Award al Biografilm Festival – International Celebration of Lives 2018. Per Mediterranean Food & Art Festival Nick narrerà e cucinerà di un viaggio nel cosmo e dentro le viscere dell’uomo alla ricerca del cibo perfetto. Accompagnato dalle musiche del dj-set di Misspia, la vintage dj, la pin-up sua compagna di merende e di giochi armonici sul palco.  

AFTER ¦ MISSPIA

MISSPIA a iniziato a far girare i suoi dischi più di 10 anni fa in serate fra amici. Ora invece è una delle più famose Vintage Dj d’Italia. Dotata di grande gusto per la Vecchia Scuola, trasforma le sue performance in un giro di giostra della musica italiana e internazionale. Chi la incontra non può fare a meno di esserne affascinato: in lei la maschera e la persona si fondono in pura espressione artistica; potremmo definirla un personaggio a metà tra Bettie Page e Keely Smith. Con la bellezza della prima e l’ironia della seconda.          

»25 Agosto

 

MAIN ACT ¦ PROIEZIONE “ALLA SALUTE”

 
È possibile essere felici anche se gravemente malati? Se lo é chiesto Nick, food performer che, ammalatosi di Linfoma non-Hodgkin, ha trasformato il suo percorso da paziente in una sfida, per trovare la sua personale “ricetta della Felicitá”, proprio quando ha dovuto fare i conti con il rischio di morire. Nick si narra in prima persona – attraverso video diari – mettendo a nudo sentimenti, dolori, rabbia e momenti di gioia inattesa, paradossalmente vivendo la malattia come una meravigliosa opportunità per rinascere. Alternandosi alla sua soggettiva, cinque Chef racconteranno il loro punto di vista, cucinando le ricette citate nella storia e interrogandosi in modo profondo sui temi della malattia, della felicità, dell’amore e, naturalmente, sulla Morte, la cui accettazione può, forse, farci davvero iniziare ad amare la Vita.
   

CLOSING ACT ¦ ANTONIO DIODATO

 
Diodato esordisce nel 2010 con il singolo Ancora un brivido. Daniele Tortora produrrà il suo primo disco E forse sono pazzo nell’aprile 2013. Il video di Ubriaco, il primo del disco, viene selezionato da MTV New Generation. La rivisitazione di Amore che vieni, amore che vai di Fabrizio De Andrè viene scelta da Daniele Luchetti per la colonna sonora del suo nuovo film Anni felici. Nel 2014 Diodato arriva al Festival di Sanremo con il brano Babilonia nella categoria “Nuove proposte”. Si classifica secondo e vince il premio della critica Mina ha elogiato la sua Babilonia su VanityFair del 19 Marzo. A marzo Fabio Fazio propone all’artista di reinterpretare alcuni capolavori della musica italiana nel suo programma Che tempo che fa. Ad ottobre pubblica A Ritrovar Bellezza, disco tributo ai grandi autori e compositori della musica italiana. Daniele Silvestri ha scelto Diodato per il featuring del brano estivo Pochi Giorni; è stato inoltre ospite speciale dell’Acrobati Summer Tour 2016. Diodato si rivela essere uno dei più interessanti artisti della nuova scena cantautorale italiana, apprezzato dalla critica per la qualità dei suoi testi e dal pubblico per la profondità delle sue interpretazioni. Nel marzo 2016 firma con Carosello Records; la sua prossima uscita discografica è prevista per il 27 gennaio 2017 con il nuovo album Cosa Siamo Diventati, che sarà preceduto dal singolo Mi Si Scioglie La Bocca.  
 
Mediterranean food and art festival Calabria Stefanaconi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi